instagram facebook twitter

  • 1.png
  • 2.png
  • 3.png
  • 4.png
  • 5.png
  • 6.png
  • 7.png
  • 10.png
Pin It

120998935 636667220219958 7059611813305862038 o

Hockey Como: che beffa.

Nella seconda sfida casalinga i ragazzi di coach Malkov, dopo un bel match di carattere, vengono beffati all’ultimo minuto dalla rete di Demez che chiude le speranze dei lariani di ottenere i primi meritati punti in classifica.


Parte forte l’Hockey Como che, sebbene si presenta sul ghiaccio amico con una difesa rimaneggiata (solo tre i ragazzi di ruolo), segna la prima rete del match con l’ottimo Lorenzo Marcati (8:30) ben servito dal belga De Ceuster e Formentini. La capolista del campionato Bressanone non ci sta e con fatica, in power play, pareggia con Baumgartner (11:56) bucando la rete dell’incolpevole Tesini.


Il secondo periodo prosegue con il Como che preme alto e tiene la squadra avversaria nel loro terzo, ma è la rete in contropiede di Basile (28:22) che chiude il drittel con il vantaggio dei Falcons.


Un altro power play all’inizio del terzo drittel porta in rete Braito (54:36) per il doppio vantaggio dei ladini, ma il Como non molla e meritatamente con un uno due micidiale in soli due minuti, prima con Xamin (56:46) in power play e poi con il belga De Ceuster (57:26), pareggia i conti. Il match prosegue con il Como alla ricerca del primo risultato positivo della stagione ed il Bressanone che in contropiede cerca di mantenere la testa della classifica. Immeritatamente, ad un minuto della fine della partita, una discesa perentoria di Bona trova Demetz (58:31) pronto davanti alla porta lariana per il goal del definitivo vantaggio.


Peccato perché, per il gioco e l’intensità espressa, i lariani avrebbero meritato almeno il pareggio e di giocarsi nell’OT il match. Da sottolineare comunque la buona prestazione e la crescita dei ragazzi di coach Malkov che sabato prossimo 24 ottobre a Casate alle ore 18:00 incontreranno il Valdifiemme.

 

HOCKEY COMO vs HC FALCONS BRIXEN 3:4 (1:1, 0:1, 2:2)

 

HOCKEY COMO: #8 Fusini, #10 Menguzzato, #13 Formentini, #14 Ambrosoli F. (C), #15 Tilaro, #20 Cecere, #21 Redi, #22 Zordan, #23 Ambrosoli R., #25 Casiraghi, #27 Marcati, #28 Paramidani, #29 Vola, #33 Xamin, #40 Tesini, #52 De Ceuster.

 

Coach: Petr Malkov.

 

Arbitri: De Col, Bagozza (Bedana, Piras)

 

NOTE: spettatori 55, tiri 28-44, penalità 14-10