instagram facebook twitter

  • 1.png
  • 2.png
  • 3.png
  • 4.png
  • 5.png
  • 6.png
  • 7.png
  • 10.png
Pin It

sconfittabressanone

Passivo di 7 a 1 per i lariani.

Risultato Finale: HC Falcons Bressanone 7 - Hockey Como 1 (3-0; 2-0; 2-1)

Marcatori: 55” Christian Sottsas (HC Falcons Bressanone), 11’08” Lorenz D’accordo (HC Falcons Bressanone), 19’35” Braito Gunnar (HC Falcons Bressanone ); 21’25” Federico Demetz (HC Falcons Bressanone), 33’17”2 Lukas Tauber (HC Falcons Bressanone); 41’08” Riccardo Ambrosoli (Hockey Como), 55’14 Christian Sottsas (HC Falcons Bressanone), 56’23” Patrick Bona (HC Falcons Bressanone).

HC Falcons Bressanone: 7 Demetz Federico (F), 8 Tauber Lukas (F), 9 Braito Gunnar (F), 13 Bona Patrick (F), 15 Pardeller Thomas (F), 18 Major Patrick (D), 21 Casanova Stua Martin (D), 25 Wagger Stefan (D), 30 Kosta Philipp (G), 35 Kinkelin Alexander (G), 44 Gusella Alex (D), 51 Oberrauch Felix (F), 55 D’accordo Lorenz (F), 61 Sottsas Christian (F) - C, 70 Scardoni Luca (D), 71 Rossaro Daniel (D), 77 Rainer Christian (D) – C, 78 Messner Kevin (F), 81 Mair Christian (D), 86 Rizzo Patrick (F).

Allenatore: Marco Scappinello

Hockey Como: 1 Del Vecchio Fabio (G), 3 Codebò Riccardo (D), 7 Valli Riccardo (D), 8 Fusini Daniele (D), 9 Bertin Alex (D), 10 Fusini Jacopo (F), 13 Formentini Matteo (F), 14 Ambrosoli Filippo (F) – C, 15 Ambrosoli Riccardo (F), 23 Ricca Andrea (D), 24 Mattia Meneghini (F), 25 Andrea Tura (D), 29 Cordin Federico (D), 36 D’Agate Daniel (G), 42 Garnier Manuel (D), 73 Guiata Filippo (F), 89 Ivanov Andrei (F), 93 Penna Lorenzo (F).

Allenatore: Petr Malkov

ARBITRI: Thomas Egger, Federico Giacomozzi (Federico Pace, Jacopo Pace)

Note: Tiri Totali: 32-34 - Penalità: 12-8

Il quinto turno del girone di ritorno della regular season inizia subito male per l’Hockey Como che dopo 55 secondi è già sotto di una rete contro i Falcons Bressanone. Dal Vecchio nulla può fare sul tiro di Sottsas che, servito dall’angolo da Demetz, si ritrova già con un gol subito. I lariani dovranno fare mea culpa di questo pessimo inizio. I padroni di casa sembrano voler imporre il proprio gioco fin da subito ma le 2 penalità consecutive (al minuto 2’18” Major e al 4’22” Scardoni) rallentano l’escalation degli uomini di Scapinello. Lo Zar Ivanov è il primo comasco ad andare a insidiare la porta di Kinkelin in un paio di occasioni. Nei 4’ di superiorità il gol del pareggio non arriva e il Como sembra far fatica a reagire dopo la sbandata iniziale. A metà drittel si fanno rivedere i Falcons dalle parti di Dal Vecchio, con un tiro pericoloso di Rizzo. In 5 vs 5 i lariani soffrono la pressione degli avversari e in pochi secondi cadono nuovamente sotto i colpi di Lorenz Daccordo, che all’11 castiga ancora Dal Vecchio da un metro in dubbio fuorigioco. 2-0 e Como visibilmente in affanno. Si riprende dall’ingaggio a centrocampo ma la musica è ancora la stessa, con i padroni di casa avanti e l’Hockey Como costretto a difendersi. Al 13’ Ivanov prova a fare il suo in velocità, mentre Valli e Codebò ci provano da lontano. Gli ultimi 5’ iniziano con Matteo Formentini deciso a riportare sotto i lariani: i suoi due tiri però non finisco dentro la porta. Al 18’ Bertin è il primo biancoblù a finire in panca puniti e i locali ne approfittano prima della sirena, andando in rete con Braito. Nulla valgono le proteste di giocatori e staff per un visibile fuorigioco.

Al rientro in pista il trend della partita vede sempre in crescita le quotazioni del Bressanone che, deciso a chiudere in fretta la pratica, va in rete con Demetz quando sul tabellone sono passati solo 85 secondi. Rimesso il puck in gioco Ricca e Guaita provano a impegnare subito un infreddolito Kinkelin, ma quando Tura è costretto a 2 minuti di penalità ricominciano gli incubi per Dal Vecchio che, in pochi minuti, vede volare dischi davanti alla sua porta. Le linee difensive comasche reggono i colpi di Rainer e compagni senza subire reti seppur faticando a ripartire e prendere in mano il gioco. Al 30’ un cross checking costa caro a Messner e, qualche secondo dopo, anche il compagno Scardoni vieni inflitta la stessa penalità. Nei 90 secondi di doppio power play però gli uomini di Malkov si lasciano sfuggire l’occasione di segnare il gol della bandiera: Bertin e Ivanov vanno solo vicino al gol, restando a mani vuote quando gli atleti avversari rientrano sul ghiaccio. Storia diversa quando al 32’ e 44” Penna viene invitato dagli arbitri a 2’ di riflessione: i locali, galvanizzati dall’ottimo momento difensivo, si precipitano avanti e con Tauber puniscono per la quinta volta Dal Vecchio dopo un’ingenuità difensiva di Tura. Nonostante il risultato già compromesso arriva una reazione lariana da parte dei fratelli Ambrosoli che non ci stanno a perdere in questo modo. Nei 3’ minuti che separano la gara dal secondo intervallo il Como ci prova ancora con Formentini e Guaita, ma a cambiare sono solo le statistiche dei tiri e non quelle dei gol.

Al rientro in pista l’Hockey Como vive 10’ di buon gioco e nel giro di un minuto e pochi secondi Riccardo Ambrosoli firma il gol del 5-1 su assist dello zar Ivanov. I biancoblù vogliono accorciare ancora le distanze e con Bertin vanno vicini al secondo gol 2’ più tardi. Al 45’ Oberrauch è il primo giocatore a finire in gabbia nel terzo drittel, ma ancora una volta i comaschi faticano a trovare la via del gol con l’uomo in più in pista: le linee difensive locali si dimostrano abili a chiudere tutti gli spazi agli attaccanti comaschi. Sottsas e Daccordo cercano il set point al 48’, ma a 10’ dalla fine continua il pressing lariano e dei suoi attaccanti che danno un bel da fare a Kinkelin. Il secondo gol per il Como però non arriva neanche nel sesto power play della serata, dimostrazione di come ci sia da lavorare su questo aspetto tecnico. La stanchezza nelle gambe e la scarsa lucidità si fanno vedere negli ultimi 6’ della gara, con Bressanone che inveisce contro la formazione biancoblù e con Sottsas e Bona trasformano una sconfitta in una disfatta. Il risultato finale sul tabellone segnerà 7-1 per i Falcons.

Prossimo appuntamento domenica 16 dicembre alle ore 18.45 contro Merano allo stadio del ghiaccio di Casate.