instagram facebook twitter

  • 1.png
  • 2.png
  • 3.png
  • 4.png
  • 5.png
  • 6.png
  • 7.png
  • 10.png
Pin It

I Pirati di Appiano affondano i lariani 5-0

Risultato Finale: Hockey Como 0 - HC Eppan Pirates 5 (0-1; 0-2; 0-2).

Marcatori: 7’02” Stefan Unterkofler (Hc Eppan Pirates); 22 Simone Critelli (Hc Eppan Pirates), 29’36” Daniele Fabris (Hc Eppan Pirates); 53’43” Emanuele Scelfo (Hc Eppan Pirates)

Hockey Como: 1 Dal Vecchio Fabio (G), 3 Codebò Riccardo (D), 4 Vola Lorenzo (F), 8 Fusini Daniele (F), 10 Fusini Jacopo (F), 11 D’Agate Michael Dominic (D), 13 Formentini Matteo (F), 14 Ambrosoli Filippo (F) – C, 21 Redi Riccardo (F), 23 Ricca Andrea (D), 24 Meneghini Mattia (F), 28 Paramidani Alessandro (F), 36 D’Agate Daniel Mattia (G), 42 Garnier Manuel (D), 73 Guaita Filippo (F), 89 Ivanov Andrei (F).

Allenatore: Danilo Bertotto

HC Eppan Pirates: 6 Pichler Hannes (D), 7 Unterkofler Stefan (F), 8 Fabris Daniel (D), 10 Holzner Johannes (D), 17 Palma Jan (F), 20 Engl Tobias (F), 26 Jaitner Philipp (F), 29 Gaiser Thomas (G), 31 Critelli Simone (F), 44 Siller Markus (D), 55 Von Pair Lorenz (F), 66 Giovannini Matteo (G), 71 Hofer Maximilian (F), 75 Spitaler Fabian (D), Ebner Tobias (F) – C, 79 Ebner Tobias (F) – C, 80 Jaitner Alex (F), 85 Scelfo Emanuel (F), 91 Tombolato Riccardo (F),

Allenatore: Tomas Demel.

ARBITRI: Andrea Benvegnù, Andrea Moschen (Alex Gallo, Jacopo Pace)

Note: Tiri totali: 23-20 . Penalità: 16-10 .

Spettatori: 72

Gara di andata di Coppa Italia tra i vice campioni in carica dell’Eppan Pirates e l’Hockey Como che questa sera sarà privo del suo head coach Petr Malkov (motivi famigliari). Al suo posto l’esperto allenatore Danilo Bertotto, che avrà anche modo di dare spazio ai ragazzi dell’Under 19.

L’ingaggio iniziale è vinto dagli ospiti che iniziano subito a far girare il disco dalle parti di Dal Vecchio (portiere in pista questa sera). La nebbia aleggia sulla pista già dopo pochi secondi non rendendo perfettamente ottimali i riflessi degli atleti. L’inizio della gara è lento e con molte interruzioni su entrambi i fronti. A 2’ dall’inizio c’è il primo tiro pericoloso dei lariani firmato dal giovane Vola. 120 secondi più tardi Guaita da solo contro 2 avversari prova a impensierire il portiere ospite che dimostra attenzione e riflessi sin da subito. Dopo 5’30” Jaitner è il primo giocatore a finire in panca puniti. Durante il power play però sono gli ospiti a farla da padroni, chiudendo i comaschi nel terzo difensivo. Quando Unterkofler viene servito Pichler trova con la forza giusta l’angolo della porta lariana, infilando il giovane Dal Vecchio. Eppan in vantaggio dopo 7’ e per Como partita già in salita. Ai lariani però non manca la reazione e, quando il disco torna in gioco, cercano subito di pareggiare i conti, ma senza essere incisivi; così si arriva a metà drittel con il punteggio sempre di 1-0 per gli ospiti. 2’ più tardi (a 8’ dalla fine) il portiere ospite è bravo a bloccare il puck con le protezioni inferiori, dopo che davanti a lui i lariani hanno provato una soluzione ravvicinata. Fabris lascia i suoi in short hand e per i padroni di casa si prospetta un’opportunità per ricucire il margine. Solo un contropiede del capitano però è da registrare nella cronaca della gara. Gli ultimi 5’ iniziano con un contropiede dei Pirati che con Tobias Ebner trovano il tiro giusto per mandare il punk in porta, ma questa volta Del Vecchio respinge senza problemi. Nei 2’ finali di gioco Jaitner vuole fare un piacere ai lariani, chiudendo anzitempo il drittel in panca puniti. Ma questa sera il Como ha ancora mal di power play.

Il secondo ingaggio è ancora di marca ospite mentre Guaita ci pensa subito a complicare le cose finendo panca puniti. Gli ospiti si dimostrano più abili a ferire con l’uomo in più e, alla prima occasione, puniscono i lariani. La rete di Critelli firma il 2-0 Pirata. L’Hockey Como dopo 4’ ha la possibilità di accorciare le distanze: Ivanov da solo in contropiede viene travolto da un avversario. Gli arbitri non hanno dubbi a fischiare il rigore a favore dei lariani. È proprio Andrei ad andare a tirarlo ma la conclusione viene respinta dal portiere gialloblù. Sarà lo stesso russo a finire in gabbia per 2’ lasciando sul ghiaccio un gol e la concentrazione. L’Eppan sale di intensità e aggredisce gli uomini di coach Bertotto che però si chiudono bene nel terzo difensivo. A pochi secondi dalla fine del power play un forte steccata di Fabris dalla blu è bloccata da Dal Vecchio con il guanto sinistro. Tra i comaschi cresce il nervosismo e a dimostrarlo è un’altra punizione inflitta a Guaita. La legge del power play si dimostra crudele con i bianco blu che al 30’ subisco il terzo gol della serata (la firma è di Daniel Fabris). Gli ultimi 10’ iniziano con gli ospiti ancora più aggressivi: Dal Vecchio inizia ad avere un bel da fare a parare i dischi che gli volano davanti a lui in mezzo alla nebbia. Ambrosoli & C. provano a farsi rivedere nel terzo offensivo quando Unterkofler viene fatto accomodare in panca puniti. Questa volta i ragazzi di Bertotto sono bravi a cercare delle conclusioni pericolose ma il portiere ospite questa sera non sembra mostrare voglia di tornare a casa con un gol incassato. A 4’30” dalla fine del drittel i lariani corrono un altro pericolo per una leggerezza difensiva con il punk lasciato a un avversario che in contropiede ha la possibilità di fare poker. Del Vecchio è bravo a respingere. Formentini un po’ meno incorrendo in 2 di penalità. Ricomincia l’assedio ospite ma al suono della seconda sirena i gol di distanza sono sempre 3.

Il terzo drittel inizia con l’Hockey Como nei paraggi del portiere ospite per qualche secondo ma questa sera a farla da padrone sono le leggerezze difensive dei lariani che in un paio di circostanze lasciano il puck tra i bastoni avversari. Il quarto gol ospite arriva dopo 4’44” dalla ripresa: un tiro frontale preciso di Jaitner dalla linea blu punisce il giovane Daniel D’Agate, entrato a fare esperienza al posto di Dal Vecchio. La stanchezza inizia a farsi sentire per i biancoblu che tuttavia provano a restare concentrati per limitare i danni. Quando Ricca esce 2’ per ostruzione, i compagni squadra reggono l’assedio ospite trovando con Guaita anche un contropiede, ma il n.73 lariano manca il controllo del disco sul più bello. Gli ultimi 10’ iniziano con un ingaggio dalle parti di Giovannini (entrato al posto di Gaiser) e un Como con voglia di realizzare il gol della bandiera. Dall’altra parte invece D’Agate è bravo, con un’ottima uscita, a fermare un contropiede ospite. A 7’ dalla fine Tombolato lascia la pista per 2’ : i lariani sono stanchi e anziché approfittare della superiorità subiscono la quinta rete ospite (Scelfo). Redi “debutta” in panca puniti quando sul cronometro mancano 5’; lo raggiungerà dopo neanche 30” Formentini. In 5 vs 3 c’è solo da soffrire, con gli ospiti intenzionati a chiudere il set per 6-0. A 6” dalla fine a D. Fusini viene fischiato un fallo inesistente, ma la gara viene omologata con il risultato di 5-0.