instagram facebook twitter

  • 1.png
  • 2.png
  • 3.png
  • 4.png
  • 5.png
  • 6.png
  • 7.png
  • 10.png
Pin It

I Mastini Varese si aggiudicano il primo derby stagionale

Risultato Finale: Mastini Varese 5 - Hockey Como 3 (2-0; 1-1; 2-2)

Marcatori: 4’46” Tommaso Teruggia (Mastini Varese), 15’36” Salvatore Sorrenti (Mastini Varese); 26’45” Riccardo Ambrosoli (Hockey Como), 36’18 Marco Franchini (Mastini Varese);47’37” Domenico Perna (Mastini Varese), 50’43” Marco Luciani (Hockey Como), 53’50” Michael Mazzacane (Mastini Varese), 59’38” Marco Luciani (Hockey Como).

Mastini Varese: 4 Domenico Perna (F), 8 Marco Cesarini (D), 12 Marco Franchini (F), 14 Nicola Barban (D), 16 Andrea Vanetti (F), 17 Marco Andreoni (F), 19 Tommaso Teruggia (F), 21 Michael Mazzacane (F), 22 Erik Steve Mazzacane (D), 25 David Cortenova (D), 26 Mauro Andrea Ghisi (G), 27 Salvatore Sorrenti (F), 29 Davide Bertin (G), 33 Marco Menguzzato (G), 34 Francesco Borghi (D), 37 Daniel Belloni (D), 71 Benedetto Pirro (A), 75 Daniele Di Vincenzo (A), 88 Riccardo Privitera (A), 91 Edoardo Raimondi (A), 97 Daniele Odoni (A).

Allenatore: John Cacciatore

Hockey Como: 3 Codebò Riccardo (D), 7 Valli Riccardo (D), 8 Fusini Daniele (D), 10 Fusini Jacopo (F), 12 Marco Daniel Luciani (F), 13 Formentini Matteo (F), 14 Ambrosoli Filippo (F) – C, 15 Ambrosoli Riccardo (F), 16 Alario Mattia (F), 23 Ricca Andrea (D), 24 Mattia Meneghini (F), 25 Platzer Fabian (D), 36 Daniel Mattia D’Agate (G), 40 Tesini Federico (G), 42 Alex Bertin (D), 59 Eric Salomon (D), 74 Gianluca Tilaro (F), 77 Andrea Pirelli (F).

Allenatore: Petr Malkov

Arbitri: Landro Soraperra, Alessia Ferrario (Cristiano Biacoli, Jeremy Bassani)

Note: Tiri Totali: 30–24 ; Penalità: 18-8.

L’Hockey Como si presenta a Varese dopo la sconfitta di 6-2 subita sabato ad Alleghe.

La prima contesa la vincono i lariani con il capitano Filippo Ambrosoli, mentre Nicola Barban è il primo giocatore a finire nella statistiche dei tiri effettuati. I primi minuti di gioco sono di marca Varese, con i ragazzi di coach Cacciatore che provano subito a impensierire il numero 40 Tesini. La prima occasione dei comaschi è del capitano Fiilippo Ambrosoli che dalla linea blu prova a mettere il disco in fondo alla rete, ma l’ex di turno Menguzzato si fa trovare pronto. Con Raimondi out i lariani provano a passare in vantaggio ma il primo power play finisce a reti inviolati. Al rientro del Varesino i padroni di casa passano subito in vantaggio con un gol di Teruggia che ne approfitta di una respinta sotto porta del portiere lariano. Francesco Borghi è il secondo giocatore della partita ad andare in gabbia ma ancora una volta Ambrosoli & C. non sfruttano il power play in pista, sprecando già la seconda occasione di superiorità in 7 minuti di gara. Al 9’ di gara Tesini respinge un tiro insidioso di Daniele Odoni, bloccando il disco a terra. Nei primi 10’ si vede tanto Varese, mentre i ragazzi di coach Malkov faticano a costruire azioni pericolose. Al 14’ il giovane Pirelli ci prova in contropiede ad aggiustare il risultato ma Menguzzato chiude la saracinesca all’attaccante biancoblù. A 5’31” dalla fine del drittel Teruggia finisce in panca puniti per ostruzione: i giocatori comaschi costruisco poco. Salvatore Sorrenti è bravo ad approfittare di una leggerezza difensiva lariana (retro passaggio a vuoto) e trafiggere Tesini con un bel tiro che finisce alle spalle dell’estremo difensore lariano. 2-0 quando osul cronometro mancano poco più di 4 minuti. A 60 secondi dalla fine Andreoni ha la possibilità di portare avanti Varese 3-0 ma questa volta il disco non entra e il drittel si chiude sul punteggio di 2-0.

Il secondo ingaggio è dei Mastini Varese che cercano di aggredire subito la porta difesa da Tesini. Gianluca Tilaro finisce in gabbia dopo neanche 2’ di gioco, complicando subito le cose per la banda di Malkov. I locali chiudono gli ospiti nel terzo difensivo e ci provano con Perna e Raimondi a portarsi sul 3-0. Quando Tilaro rientra la situazione sembra cambiare poco. Solo dal 25’ i biancoblù accennano a una timida reazione proprio quando Erik Mazzacane va out 2’. I comaschi iniziano a chiudere i varesini nel terzo difensivo: Riccardo Ambrosoli è bravo a indovinare un tiro dalla linea blu e infilare il disco alle spalle di Menguzzato. 2-1 che fa morale per i ragazzi di Malkov. Ma la reazione dei Mastini arriva subito con Franchini che ci prova a riportare avanti Varese di 2 lunghezze. Superata la metà del drittel altro power play dei lariani (Francesco Borghi out) che provano subito a pareggiare i conti. L’ex Menguzzato però non ci sta a farsi trafiggere un’altra volta dai suoi ex compagni e risponde con tutte le protezioni alle steccate degli attaccanti comaschi. Il gol di R. Ambrosoli ha fatto bene al morale dei ragazzi che nell’ultima metà del drittel alzano l’agonismo sembrando meno timidi nel cercare le conclusioni. Il capitano Filippo Ambrosoli a 5’ dalla fine sembra indovinare il tiro della serata ma i riflessi di Menguzzato sono migliori di quelli dell’anno scorso. Le velleità di pareggiare però si concludono a 3’43” dalla fine del secondo drittel, quando Franchini davanti al portiere lariano trova lo spazio per infilare il disco del 3-1. Pochi secondi dopo la contesa Perna in contropiede spreca l’occasione del 4-1 (Bravo Tesini) mentre Tilaro qualche istante successivo atterra Raimondi e finisce out. Power play Varese fino alla fine del drittel con tanta sofferenza lariana ma risultato che alla sirena è ancora di 3-1.

I primi 2’ degli ultimi 20’ iniziano con Varese ancora avanti e Tesini costretto agli straordinari per difendere la porta. Quando Grisi finisce out matura la reazione comasca per riportarsi sotto e provare a raddrizzare la partita. Tilaro ha una buona possibilità in contropiede ma Menguzzato gli dice di no. Anche il giovane Salomon vorrebbe andare a referto ma quando le squadre tornano in parità il punteggio non è cambiato e i minuti che restano sul cronometro sono ora 15. M. Mazzacane a un passo da Tesini prova a infilare il disco nella porta ma il portiere è bravo a chiudere con le protezioni inferiori. L’Hockey Como prova a rimettere la testa nel terzo offensivo giocando molto il disco sulla balaustra, ma i Mastini non sembrano essere impensieriti e, grazie a un ottimo contropiede giocato da Barban e M. Mazzacane, Perna infila il disco del 4-1 quando mancano 13’ di gioco. Al 49’ F.Borghi e Bertin finiscono in gabbia. Durante il 4vs4 i lariani provano a contenere i danni e con Valli colpiscono il palo interno della porta varesina. L’assedio però continua e finalmente a metà drittel arriva il gol del Como e del giocatore canadese Luciani che sfrutta a pieno un ottimo assist di Matteo Formentini. Sale il nervosismo in pista con un accenno di rissa dietro la porta di Menguzzato che però viene subito spento dagli arbitri. I minuti sul cronometro scorrono e i comaschi faticano a trovare la via del gol, mentre i varesini salgono di intensità e, quando mancano 6’ alla fine della partita, trovano il gol del 5-2 con M. Mazzacane che approfitta di una respinta di Tesini. A 4’ dalla fine in pista ci sono 4 giocatori locali e 5 ospiti, con Domenico Perna in gabbia per tripping. Durante il power play non accade nulla di pericoloso se non un contatto tra un giocatore comasco e Raimondi, con quest’ultimo che resta a terra per un po' di secondi. Alario finisce la partita in gabbia e il Como, negli ultimi 120 secondi, trova il gol del definitivo 5-3 con Luciani.