instagram facebook twitter

  • 1.png
  • 2.png
  • 3.png
  • 4.png
  • 5.png
  • 6.png
  • 7.png
  • 10.png
Pin It

L'Hockey Como vince 5-7 sulla pista di Ora

comoora

Risultato Finale: Asc Auer Ora 5 – Hockey Como 7 (1:1; 1-3; 3-3)

Marcatori: 6’29” Lorenz Waldthaler (Asc Auer Ora), 8’30” Matteo Formentini (Hockey Como); 21’39” Riccardo Ambrosoli (Hockey Como), 23’44” Andrea Ricca (Hockey Como), 36’11” Ruben Zerbetto (Asc Auer Ora), 37’50” Mattia Alario (Hockey Como); 41’29” Gianluca Tilaro (Hockey Como), 50’58” Manuel Tschoell (Asc Auer Ora), 57’13” Stefan Mair (Asc Auer Ora), 58’33 Riccardo Codebò (Hockey Como), 59’19 Philipp Calovi (Asc Auer Ora), 59’51” Matteo Formentini (Hockey Como).

Asc Auer Ora: Asc Auer Ora: 3 Peter Stimpfl (D), 4 Fabian Negri (D), 7 Manuel Tschoell (F), 8 Marian Zelger (F), 9 Alex Gamper (D), 10 Hannes Walter (F), 11 Andrea De Carli (F), 12 Philipp Calovi (F), 14 Patrick Pranti (D), 15 Ruben Zerbetto (F), 16 Manuel Hanspeter (D), 17 Julian Pichler (D), 18 Lorenz Waldthaler (F), 19 Florian Trentini (D), 20 LuKas Casaril (G), 21 Marian Pedrin (F), 23 Nicola Ghizzo (F), 25 Stefan Mair (D), 29 Hannes Oberrauch (D), 30 Martin Olivotto (F), 31 Tizian Giovanelli (G), 32 Markus Simonazzi (F).

Allenatore: Paolo Bonazzo

Hockey Como: 3 Codebò Riccardo (D), 5 Gosetto Davide (F), 9 Mattia Alario (F), 10 Fusini Jacopo (F), 11 Dominic Michael D’Agate (D), 12 Riccardo Iuratti (F), 13 Formentini Matteo (F), 14 Ambrosoli Filippo (F) – C, 15 Ambrosoli Riccardo (F) – A, 17 Renè Vallazza (D), 23 Ricca Andrea (D), 33 Menguzzato Marco (G), 40 Federico Tesini (G), 74 Tilaro Gianluca (F).

Allenatore: Petr Malkov

Arbitri: Patrick Theo Gruber, Leandro Soraperra (Alberto Plancher, Alex Gallo)

Note: Tiri Totali: 44-22; Penalità: 10-12

L’Hockey Como si presenta ad Ora per il turno infrasettimanale con 14 giocatori. La banda Malkov deve onorare le ultime due gare di relegation round, dopo il verdetto di domenica che ha visto la matematica esclusione dai play-off.

L’ Asc Auer Ora parte subito forte e nei primi 5’ mette in difficoltà le linee comasche accorse in Alto Adige. 10 i tiri per gli uomini di Bonazzo con Menguzzato subito impegnato a respingere l’assalto. Fusini e Tilaro finiscono in gabbia a distanza di un minuto, facilitando il lavoro dei padroni di casa. L’Hockey Como tiene bene i 60 secondi di 5 vs 3 senza subire reti. Ma dopo 6’29” arriva il meritato vantaggio di Ora firmato da Waltdthaler. Bisogna aspettare 7’46” per vedere nelle statistiche il primo tiro dell’Hockey Como (firma di Filippo Ambrosoli). Oberrauch finisce in panca puniti e i comaschi sono bravi ad approfittare del powerplay per riportare la gara in parità. La rete è firmata da Matteo Formentini e arriva dopo 8’30”. A metà drittel si intravede una reazione lariana ma con Ricca in gabbia l’Aurora riprende a chiudere gli ospiti nel blu difensivo. La forte inerzia iniziale degli altoatesini va però a scemare negli ultimi 5’, quando sono solo Alario e i fratelli Ambrosoli gli unici ad aggiornare le statistiche dei tiri e provare ad andare in vantaggio. Nonostante un inizio in salita, i biancoblù riescono a raddrizzare la partita.

Nel secondo drittel l’Hockey Como decide di partire forte e provare a sorprendere subito Ora. Con un preciso tiro di Riccardo Ambrosoli (assist di Gosetto) i lariani passano in vantaggio dopo solo 1’ e 39 secondi. Walter finisce in panca puniti dopo 3’ e 25” e questa volta Ambrosoli e compagni ci prendono gusto in power play infilando ancora una volta la porta difesa da Giovanelli. 1-3 firmato da Andrea Ricca, sempre su assist di Davide Gosetto. Il puck finisce per la prima volta dalle parti di Menguzzato dopo 5’ (tiro di Gamper). Michael D’agate è il primo giocatore in maglia biancoblù a finire 2’ in punizione per hooking: i suoi compagni però chiudono perfettamente gli spazi davanti alla porta difesa da Menguzzato. La seconda metà del drittel inizia con i padroni di casa più aggressivi in fase offensiva con Gamper e Tscheoll pericolosi in un paio di occasioni. Per gli ospiti da registrare solo 2 tiri di Gosetto e Formentini che però non impensieriscono l’estremo difensore di Ora. I padroni di casa premono sull’acceleratore e con Zerbetto trovano il gol del 2-3 a meno di 4’ dalla fine. Ma i ragazzi di Malkov sono bravi a onorare l’impegno e a reagire con forza: Mattia Alario, servito da Tilaro, in meno di 2’ ristabilisce il distacco con un bel gol. 2-4 Como e Ora annichilito. Negli ultimi 120 secondi non accade niente di particolare così quando la penultima sirena suona l’Hockey Como è avanti 2-4.

L’ultimo drittel inizia bene per gli ospiti che riprendono subito da dove hanno lasciato. Gianluca Tilaro è bravo a sorprendere la difesa ospite dopo 1’ e 29” e portare a 5 le reti per la sua squadra. Como che con questo gol si porta sul 2-5 e mette in frigo la partita. Fabian Negri e compagni ci provano a riaprire la partita ma forse mente e gambe sono già ai play-off. Il tempo scorre e Tschoell è l’unico a mirare la porta difesa da Menguzzato. A metà periodo è proprio l’attaccante altoatesino a realizzare la rete del 3-5. I padroni di casa con la prima linea provano a schiacciare i comaschi nel terzo difensivo ma sul tabellone scorrono solo i secondi. Como ha un’occasione per fiatare con Stimplf fuori 2’ per charging, ma Filippo Ambrosoli lo raggiunge 40 secondi dopo lasciando le squadre in 4 vs 4. Ormai siamo entrati negli ultimi 5’ e l’Hockey Como vede sempre più vicina una vittoria che poco cambia le sorti di questo campionato. Ma Ambrosoli e compagni devono ancora patire qualche minuto: a meno di 3’ dalla fine del periodo Mair realizza la rete del 4-5 riportando vicino la capolista del girone a riagguantare la gara. Inizia proprio qui il festival del gol. Riccardo Codebò a 1’ e 27” dalla fine ristabilisce le distanze, ma Calovi dopo una manciata di secondi fa capire che bisogna ancora sudare per portare a casa la vittoria. A 9” dalla fine Matteo Formentini mette definitivamente il sigillo sul match 5-7 Como e appuntamento a sabato per l’ultima gara della stagione contro Feltreghiaccio.

Questa sera l’Hockey Como si è dimostrato capace di sfruttare i power play e concretizzare le azioni da gol, nonostante i 22 tiri contro i 44 dei padroni di casa.