instagram facebook twitter

  • 1.png
  • 2.png
  • 3.png
  • 4.png
  • 5.png
  • 6.png
  • 7.png
  • 10.png
Pin It

L'Hockey Como dura un tempo. Alleghe passa 3 - 7

 

comoalleghe

Buona la partenza per l’Hockey Como in questi primi 20’ del relegation round. I comaschi provano subito ad impone ritmo e gioco chiudendo l’Alleghe nel terzo di pista.

Il primo tiro del match è di Matteo Formentini dopo 24”. Tesini battezza le protezioni dopo 3’: questa sera Malkov dà fiducia al portiere Milanese. Dopo 5’ Meneghetti in contropiede impegna il numero 40 comasco che con ottimi riflessi respinge il puck al mittente. Como ha la prima vera occasione da gol dopo 5:45 quando Formentini in contropiede tira addosso a Zanardi, mentre il capitano F. Ambrosoli su respinta ci prova anche lui ma l’estremo difensore bellunese è bravo a chiudere la porta. L’Hockey Como però cresce e il gol arriva quando mancano 13:08 sul cronometro F. Ambrosoli da distanza ravvicinata trafigge l’estremo portiere bellunese e mette a segno il primo gol della seconda fase del campionato. A metà drittel i biancorossi accennano a una timida reazione Cadorin stecca fortissimo dal blù ma Tesini respinge col petto. Gli ospiti restano nel terzo comasco ma senza impensierire troppo il numero 40. Como va in power play dopo 12’ ma il disco nei primi 60” gira dalla parti della difesa lariana, che ne esce con fatica.Con il ribaltamento di fronte però i lariani assediano la porta veneta sbagliando un gol con F. Ambrosoli. Alleghe ci tenta ma è ancora Como ad andare vicino al raddoppio: F. Ambrosoli spreca un’altra occasione davanti al numero 37 biancorosso che ha del merito sulla respinta. Fusini battezza la panca puniti (sgambetto all’avversario) quando mancano meno di 3’ alla prima Pausa. I 120 secondi trascorrono con Alleghe nel blu difensivo lariano. Gli ospiti sono bravi ad avvicinarsi alla porta e costruire occasioni pericolose ma Tesini sembra (solo per questi primi 20’) iniziare bene l’anno. Un Como che inizia bene, spreca qualche occasione e finisce rischiando il pareggio ospite.

Il secondo drittel segna le sorti dell’incontro e più che una gara di hockey sembra un film horror. Il drittel inizia malissimo per il Como che, dopo un ingaggio nel terzo difensivo, subisce subito il gol ospite: un bel tiro di Cadorin termina alle spalle di Federico Tesini. Sono passati 9 secondi e per gli uomini di Malkov è tutto da rifare. Ma sul ghiaccio ci sono le ombre dei giocatori in pista nei primi 20’. La timida reazione lariana si spegne subito: Valli va out 2’ e Alleghe ne approfitta con Martini che porta in vantaggio i ragazzi guidati da Eskola. Nonostante il 4vs5 però l’Hockey Como finalmente reagisce e con uno splendido tiro dall’angolo destro del portiere ospite, Filippo Guaita trova lo spazio giusto per infilare il puck e pareggiare. Ricca dà il cambio a Valli in panca puniti, mentre Vallazza lo raggiunge dopo 1’, lasciando i compagni in 3vs5. I padroni di casa si chiudono di fronte alla porta per respingere l’assedio ospite che si conclude fortunatamente a rete inviolata ma con tanti rischi. Quando sono trascorsi 8’ Como va in power play (penalità di Patrick Meneghetti) ma le linee comasche sembrano essere rimaste nello spogliatoio così Alleghe ne approfitta con un contropiede di Veggiato che riporta gli ospiti in vantaggio. La seconda metà del periodo sembra iniziare diversamente con Como avanti, ma è un fuoco di paglia e il preludio al KO. Black out totale per i ragazzi di Malkov che nel giro di 20 secondi passano da 2-3 a 2-5. Sono Luciani prima e De Val poi ad aggiornare le statistiche dei gol. Il coach ucraino decide di sostituire Tesini e dare fiducia a Menguzzato. A 5:40 dalla fine del periodo 5vs4 biancoblù con Cagnati fuori per holding.I 120 secondi di superiorità si concludono senza nulla di fatto. Solo poche e confuse idee su come aggredire gli ospiti. I comaschi sembrano annichiliti dalla superiorità di Alleghe e dai gol incassati in pochi minuti. A 1’ da fine del periodo Menguzzato non trattiene un tiro di Edgar De Toni che finisce in rete 2-6 Kanguro Alleghe e squadre negli spogliatoi.

Ultimi 20’ iniziano con Como che prova fin da subito a cercare il gol: le conclusioni però sono più dettate dalla fretta di accorciare le distanze in breve tempo che dalla volontà di costruire un gioco pericoloso. Il primo Power play è ospite con Riccardo Ambrosoli fuori. I biancorossi tengono i pattini lariani nel blu difensivo ma senza ferire. 1’e 40” dopo Luciani entra anche lui in gabbia. Questa volta con l’uomo in più i padroni di casa accorciano le distanze con il capitano F. Ambrosoli. Ma è solo un’illusione di pochi istanti. A 11:15 dalla fine la tensione in pista sale così Luciani e Meneghetti finiscono fuori per boarding e hooking. Como si ritrova in 5vs3 e l’opportunità di accorciare ancora il divario, ma arriva un altro black out nel momento forse più positivo dal primo periodo. Il 3-7 ospite arriva proprio in short hand e porta la firma di Loris De Val. Vallazza e Formentini la mettono meno sul tecnico e più sull’agonismo. Veggiato stà al gioco duro e con Renè non volano sicuramente auguri di buon anno. I 3 danno da fare agli addetti che aprono e chiudono le gabbie. Moling li raggiungerà quando sono passati 51:26 secondi. Gli ospiti gestiscono il vantaggio mentre i lariani sembrano confusi e stanchi. La prima sirena dell’anno è un amaro 3-7. Ora conta azzerare tutto e ripartire. 

Risultato Finale:  Hockey Como – Kanguro Alleghe Hockey (1:0; 1:6; 1:1)

Marcatori: 6:52 F.Ambrosoli (Hockey Como); 20:09 Moreno Cadorin (Kanguro Alleghe Hockey), 22:11 Erwin Martini (Kanguro Alleghe Hockey), 22:39 Filippo Guaita (Hockey Como); 28:28 Daniele Veggiato (Kanguro Alleghe Hockey), 31:55 Simone Luciani (Kanguro Alleghe Hockey), 32:13 Loris De Val (Kanguro Alleghe Hockey), 38:50 Edgar De Toni (Kanguro Alleghe Hockey);46:36 Filippo Ambrosoli (Hockey Como), 49:15 Loris De Val (Kanguro Alleghe Hockey).

Hockey Como: 3 Codebò Riccardo (D), 7 Valli Riccardo (D), 10 Fusini Jacopo (F), 11 Dominic Michael D’Agate (D), 13 Formentini Matteo (F), 14 Ambrosoli Filippo (F) – C, 15 Ambrosoli Riccardo (F) – A, 17 Vallazza Renè (D), 23 Ricca Andrea (D), 33 Menguzzato Marco (G), 40 Federico Tesini (G), 73 Guaita Filippo (F), 74 Tilaro Gianluca (F).

Allenatore: Petr Malkov

Kanguro Alleghe Hockey: 6 Daniele Veggato (F), 8 Patrick Meneghetti (F), 10 Loris De Val (F), 14 Carlo Sisto Lorenzi (D), 15 Leonardo Cagnati (D), 17 Jean Marc Moling (F), 19 Mirko Giolai (F), 23 Milos Ganz (D), 30 Diego De Silvestro (G), 37 Tommaso Zanardi (G), 45 Egdar De Toni (F), 48 Moreno Cadorin (D), 66 Riccardo Dell’Osbel (F), 88 Simone Luciani (F), 89 Erwin Martini (F).

Allenatore: Pyry Pietrari Eskola

Arbitri:  Luca Cassol, Omar Piniè (Michele Slaviero, Luca Zatta)

Note: Tiri Totali: 43-41 ; Penalità: 16-16.