instagram facebook twitter

  • 1.png
  • 2.png
  • 3.png
  • 4.png
  • 5.png
  • 6.png
  • 7.png
  • 10.png
Pin It

Hockey Como sconfitto 2-6 nel derby contro Milano RB

 

finale comomilano

 

Meneghini che vincono l’ingaggio iniziale e gioco subito fermo per un problema strutturale a una protezione dietro la porta difesa dall’ex Federico Tesini.

Il gioco riprende dopo 2’ e l’Hockey Como si prova a far vedere davanti a Tura con un tiro di Ricca. La prima occasione pericolosa per i lariani arriva dopo 2’ quando Vanetti e Sonorer finiscono entrambi fuori 2’. 5vs3 per Como che aggredisce i milanesi ma senza trovare il gol nonostante Vallazza ci provi 2 volte. I milanesi si fanno vedere per la prima volta dopo 6’ con Terzago che impegna Tesini con un tiro pericoloso da 5 metri. I Rossoblù chiudono i comaschi nel blu difensivo ma gli uomini di Malkov riescono a uscire in un paio di occasioni con la prima linea. Qualche tentennamento offensivo non permette ai biancoblù di concludere a porta, nonostante interessanti iniziative. A metà drittel primo power play “ospite” con Sorarù out 2’ per tripping. La difesa non tiene il confronto di 5vs4 e Milano passa in vantaggio con Perna che infila il puck in rete da due passi. 

Primo gol e come promesso peluche in pista per il teddy bear toss: il ricavato della vendita è sarà devoluto alla Onlus http://www.dottorsorriso.it/

I comaschi non reagiscono e Milano in pochi minuti trova il raddoppio con Terzago che gira intorno alla porta 2 volte per poi concludere a rete. A 4’ dalla fine Como ci prova ad uscire dalla pressione milanese con Guaita che si fa tutta la pista in pochi secondi per concludere di poco a lato. Fadani va out 2’ ma Milano dall’altra parte impegna Tesini che pinza il puck nel guanto. Nel power play comasco è però Borghi a sprecare da solo in contropiede. L’ultima occasione del drittel è di Formentini che in contropiede spreca il gol del possibile 1-2.

Il secondo periodo inizia subito con Borghi e Tilaro pericolosi da entrambi le parti. Nota di colore: la curva di Milano ringrazia Tesini per i trascorsi in maglia Rossoblù. Tilaro dopo 60 secondi finisce in castigo per troppi uomini in pista e Milano tenta di fare il terzo gol e provare a chiudere subito il match ma i tentativi di Borghi e compagni non vanno a buon fine. Passati 5’ Colombo serve Terzaghi in contropiede che tira ma Tesini blocca il disco col guanto. Ambrosoli e compagni ci provano ad uscire dal blu ma il disco non resta tra i bastoni dei ragazzi in bianco, così dopo 6’ Perna porta Milano sul 3-0. I comaschi però non ci stanno e con Gianluca Tilaro accorciano le distanze dopo soli 36 secondi, con un forte tiro da sinistra: un’azione costruita perfettamente con 3 passaggi precisi. Cordin prima e Borghi dopo 60’ per aggancio lasciano le squadre in campo 4 vs 4. Gosetto e Perna riempiranno gli spazi in gabbia dei compagni ma in pista sono i comaschi a provarci. Il gol del 2-3 arriva ancora per opera di Cordin che su assist di Tilaro conclude perfettamente a porta. La partita sale di livello e anche di tensione: Milano vuole riprovare a ristabilire la distanza, ma i giocatori di Da Rin in un primo momento creano più nervosismo che gioco. Poi il divario in classifica inizia a farsi vedere e i rischi dei lariani aumentano fino a sfociare nel gol in contropiede di Borghi a 3’ dalla fine del periodo.2-4 Hockey Milano Rossoblù. Il periodo si chiude con una pericolosa conclusione di Ricca in contropiede davanti al portiere, senza però variare il risultato.

Terzo drittel inizia con Milano avanti per i primi 120 secondi, poi la penalità di 2’ a Colombo permette alla squadra di Malkov di uscire dal blu e farsi vedere con un tiro di F. Ambrosoli. Il power play purtroppo resta un problema per i biancoblù che non sfruttano l’uomo in più. Milano vuole provare a chiudere il match e ci riesce quasi per un paio di volte dopo 5’ da inizio drittel. Fadani è il secondo giocatore del periodo a finire tra i puniti. Tilaro serve Codebò che conclude addosso a Tura. E’ sempre Riccardo, poco dopo a impensierire ancora l’estremo difensore milanese con un tiro da lontano. Guaita cerca di emulare il suo compagno di squadra ma il punteggio rimane sempre sul 2-4. In questa prima fase del match i lariani crescono ma a fare gol sono i milanesi con Petrov, nell’unica occasione “ospite” del terzo periodo (2-5). Il gioco poco dopo fa registrare un brutto scontro tra Tesini e Marcello Borghi che ci rimette un dente. Ricca invece finisce fuori 4’ per stecca troppo alta. Lo raggiunge Ilic per Charging, alleviando il dolore dei 4’. Tesini esce per Menguzzato e, quando il gioco riprende, Matteo Formentini vola in contropiede, sciupando il possibile 3-4. Andrea Schina è il primo giocatore milanese a impegnare Menguzzato, mentre pochi secondi dopo ancora Petrov chiude il match portando i milanesi avanti 6-2 e anticipando la chiusura dell’incontro. Negli ultimi 5’ c’è più Milano che Como, anche se i ragazzi di Malkov provano in un paio di tentativi ad accorciare le distanze.

Finisce il derby col punteggio di 2-6 per la capolista.

Prossimo appuntamento sabato a Casate contro Caldaro.

Risultato Finale:  Hockey Como – Hockey Milano Rossoblù (0:2; 2:2; 0:2)

Marcatori: 10:56 Domenico Pernsas (Hockey Milano), 12:09 Tommaso Terzago (Hockey Milano); 26:00 Domenico Perna (Hockey Milano), 26:36 Gianluca Tilaro (Hockey Como), 30:05 Federico Cordin (Hockey Como), 36:59 Marcello Borghi (Hockey Milano); 48:13, 51:50 Aleksandr Petrov (Hockey Milano).

Hockey Como: 3 Codebò Riccardo (D), 5 Gosetto Davide (F), 7 Valli Riccardo (D), 8 Fusini Daniele (D), 10 Fusini Jacopo (F), 13 Formentini Matteo (F), 14 Ambrosoli Filippo (F) – C, 15 Ambrosoli Riccardo (F) – A, 16 Gianluca Parolini (D) 17 Vallazza Renè (D), 23 Ricca Andrea (D), 27 Alessandro Sorarù (F), 29 Federico Cordin (F), 33 Menguzzato Marco (G), 40 Federico Tesini (G), 42 Manuel Garnier (D), 73 Guaita Filippo (F), 74 Tilaro Gianluca (F).

Allenatore: Petr Malkov

Hockey Milano Rossoblù: 4 Domenico Perna (F), 5 Alessandro Re (D), 8 Andrea Pirelli (F), 9 Aleksandr Petrov (F), 11 Davide Zamin (F), 16 Andrea Vanetti (F), 17 Stefan Ilic (F), 18 Emanuele Carati (F), 21 Andrea Fadani (D), 23 Marcello Borghi (F), 31 Riccardo Pignatti (G), 32 Andrea Schina (D), 36 Andrea Lodolo (F), 44 Tommaso Terzago (F), 65 Alessandro Tura (G), 71 Lorenzo Piccinelli (F), 77 Fabrizio Senoner (D), 90 Alessandro Toppan (D), 93 Federico Colombo (F).

Allenatore : Massimo Da Rin