instagram facebook twitter

  • 1.png
  • 2.png
  • 3.png
  • 4.png
  • 5.png
  • 6.png
  • 7.png
  • 10.png
Pin It

Il derby è dell'Hockey Como. Chiavenna KO.

 

24293889 1668807379828817 1488605927259036857 n

 

Primo drittel che si decide nei 10’ iniziali. Tra i pali questa sera parte Pilon con Tesini in panchina. L’ingaggio del derby lo vince Chiavenna che nei primi 120 secondi tenta di costruire qualcosa di pericoloso. 60 secondi dopo Filippo Ambrosoli e Vallazza ci provano ad impensierire il portiere con due tiri da vicino. Davide Gosetto è il primo giocatore della partita a finire in panca puniti, lo seguirà Sorarù dopo 2’30”. Proprio in questo frangente arriva il gol ospite con Niccolò Russo che approfitta dell’uomo in più per trafiggere Pilon con un tiro da 5 metri. Dopo 7 minuti Como costretto a inseguire. I lariani provano a reagire e col trascorre dei secondi si fanno sempre più pericolosi: il pareggio finalmente arriva con Jacopo Fusini quando, dal cerchio dell’ingaggio, colpisce forte il puck che va a finire alle spalle di Rivoira. A metà partita i lariani aggiustano il match (1-1). Dopo un inizio non brillate i ragazzi di Malkov sono bravi a riprendere in mano la situazione, presenziando di più la frazione di campo avversaria. Edoardo Gallegioni va out al 13’14” cosi i padroni di casa potrebbero portarsi avanti ma le azioni ben costruite però non si materializzano con il gol. A pochi minuti dalla fine del primo drittel interferenza di Tilaro che finisce sotto la tribuna vuota in panca puniti. Chiavenna aggredisce ma Pilon salva il risultato in 2 momenti, dopo che gli attaccanti neroverdi hanno preso di mira la porta lariana. Primi 20’ finiscono con il punteggio in parità.

Secondo drittel. Gherardi prova subito in contropiede a infilare Pilon. Nei Primi 5’ buon ritmo ed equilibrio tra le due formazioni. In questa prima parte di frazione da segnalare solo un tiro da entrambe le parti. Nei minuti successivi invece il match cambia: sono i comaschi a prendere in mano il pallino gioco costruendo e concludendo. Prima è M. Formentini ad arrivare vicino alla rete con una conclusione di fronte alla porta ospite. Poi dopo 40 secondi in contropiede R. Ambrosoli costringere il portiere a bloccare il puck con il guanto. Unica conclusione di Chiavenna con Tava che tira sui cartelloni pubblicitari. Daniele Zani va out 2’ e Hockey Como in powerplay aumenta la pressione. Le linee comasche fanno girare il puck lontano dalla porta ma solo un tiro di Vallazza impensierisce davvero il portiere. Mancano ancora 7:37 quando il capitano da media distanza colpisce bene il puck che finisce nel guanto di Rivoira. Riccardo Codebò va out 2’ e per Chiavenna è l’unica occasione per farsi vedere davanti a Pilon. Simone in questo frangente è costretto a fare 2 miracoli per mantenere il risultato fermo sull’1-1. Passati i 120 secondi però gli ospiti si spengono di nuovo e, quando il tabellone segna 2:32, F. Ambrosoli potrebbe portare in vantaggio il Como, ma il capitano spreca l’occasione proprio davanti al portiere. Un buon secondo drittel però non è sufficiente a sbloccare il risultato, anche se l’Hockey Como ha dimostrato di meritare il vantaggio. Gli ultimi 20’ diventano decisivi per l’incontro.

L’inizio però non è dei più entusiasmanti, con il puck che non si avvicina ai portieri. Formentini e Valli sono i primi a tirare ma senza prendere la porta. Poco dopo Holzknecht spreca a un passo da Pilon. I primi 5’ trascorrono così senza gol. La prima vera opportunità arriva dopo 8’ quando i lariani in contropiede si trovano con l’uomo i più ma Bertin spreca clamorosamente. I ragazzi in bianco insistono e Matteo Formentini finalmente insacca il 2-1 portando in vantaggio l’Hockey Como. Lariani con voglia di allungare e gol che arriva con il capitano F. Ambrosoli dopo aver toccato un tiro dalla lunga di Valli: puck in rete e 3-1 Hockey Como. Ma la partita non è finita: a 5’ dalla fine Cordin e Codebò vanno in gabbia e 5 vs 3 Chiavenna. I biancoblù sono costretti a chiudersi per difendere con denti e bastoni il risultato. Pilon ha riflessi da felino, la difesa tiene e i ragazzi ne escono senza subire gol. A questo punto mancano solo 130 secondi per difendere il 3-1. Ad andare out però è ancora un giocatore lariano (Gosetto), giusto per non far mancare l’adrenalina. Ma i ragazzi ce la fanno e quando suona la sirena possono esultare la terza vittoria del girone di ritorno.

Risultato Finale:  Hockey Como 3 – HC Chiavenna 1 (1:1; 0:0; 2:0)

Marcatori: 7:01 Niccolò Lo Russo (HC Chiavenna), 10:43 Jacopo Fusini (Hockey Como); 48:33 Matteo Formentini (Hockey Como); 54:15 Filippo Ambrosoli (Hockey Como).

Hockey Como: 3 Codebò Riccardo (D), 5 Gosetto Davide (F), 7 Valli Riccardo (D), 8 Fusini Daniele (D), 9 Alex Bertin (D),10 Fusini Jacopo (F), 12 Riccardo Iuratti (F), 13 Formentini Matteo (F), 14 Ambrosoli Filippo (F) – C, 15 Ambrosoli Riccardo (F) – A, 17 Vallazza Renè (D), 23 Ricca Andrea (D), 27 Alessandro Sorarù (F), 29 Federico Cordin (F), 30 Simone Armand Pilon (G), 40 Federico Tesini (G), 74 Tilaro Gianluca (F).

Allenatore: Petr Malkov

HC Chiavenna: 4 Mirko Bonetti (D), 7 Samuele Finessi (F), 10 Davide Maraffio (F), 13 Daniele Zani (F), 15 Mirco Pedranzini (D), 18 Davide Molinetti (F), 21 Pascal Blanc (D), 25 Fabio Villa (D), 27 Lorenzo Marcati (F), 28 Gianfranco Barozzi (D), 31 Andrea Rivoira (G), 39 Alex Tava (F), 42 Davide Holzknecht (F), 55 Stefano Gherardi (F), 58 Luca Rivoira (D), 64 Niccolò Lo Russo (D), 87 Edoardo Gallegioni (F), 90 Manuel Tenca (F), 91 Matteo Marini (D), 98 Luca Zerbu (F).

Arbitri:Simone Lega, Willy Vinicio Volcan (Matteo Oderda, Simone Vignolo)

Note: Tiri Totali: 36–26; Penalità: 14-6.