instagram facebook twitter

  • 1.png
  • 2.png
  • 3.png
  • 4.png
  • 5.png
  • 6.png
  • 7.png
  • 10.png
Pin It

Trasferta amara per l'Hockey Como

finale

L’Hockey Como si presenta a Pergine Valsugana dopo 2 vittorie consecutive nelle prime 2 gare del girone di ritorno. La formazione di Malkov arriva in Trentino con 3 linee e 16 giocatori a disposizione del coach Ucraino. Nella tana delle linci sono passati solo Merano e Milano e la pista è sempre un campo difficile da violare. L’Hockey Como schiera Federico Tesini tra i pali.

Padroni di casa che fanno valere subito il fattore campo partendo forte e mettendo in difficoltà la difesa lariana che però contiene bene. Nei primi 10’ gli uomini di Meneghini tirano praticamente una volta al minuto, mentre l’attacco lariano conclude a porta 4 volte. Ed è proprio uno di questi tiri a finire nella porta comasca e portare in vantaggio le “linci", che in quel momento schieravano la prima linea. L’autore del gol è Andrea Meneghini su assist di Luca Rigoni. La seconda metà del primo drittel inizia con 1 penalità dei trentini: l’autore del gol viene punito per 2’ per cross-checking. Como non sfrutta l’occasione del power play e a 13:37 Tilaro costringe i compagni a giocare 4 vs 5. Giuseppe Violitti è subito bravo a ottimizzare la superiorità e, complice un errore difensivo, insacca il puck del 2-0 (assist di Valorz). La partita si fa subito in salita, nonostante Ambrosoli e compagni non abbiano sfigurato.

Secondo drittel: primi 5’ fallosi con Tilaro e Rigoni in gabbia per cross-checking dopo 1’:15”. A raggiungere il lariano sarà Alessandro Sorarù dopo 1’. I Biancoblu però difendono bene la situazione di shorthand e sono proprio loro a gestire meglio gli spazi e provare a imporre il gioco sulla pista. Nella parte centrale del periodo sprazzi di buon gioco a dimostrazione del fatto che la squadra di Malkov ha cambiato passo rispetto al girone di andata. I comaschi ci provano in un paio di occasioni e la rete finalmente arriva in contropiede quando Matteo Formentini, servito dal capitano Filippo Ambrosoli, accorcia le distanze (2-1). 35’ e ultimi 5’ da giocare. Saranno proprio gli ultimi 120 secondi a regalare l’occasione per svoltare la gara: prima A.Meneghini, poi Rodeghiero dopo 20” finiscono out fino alla fine del drittel. Como in 5 contro 3 per la prima volta durante l’incontro e Pergine costretto a difendere i pali con i denti. Gli attaccanti comaschi questa volta non approfittano della situazione di superiorità e quando la sirena suona il risultato è ancora di 2-1 per i padroni di casa.

Chance non sfruttata che costa cara agli ospiti. Nel terzo drittel i padroni di casa provano ad allungare: Daniele Colombini a 2’28” tira forte il puck, Tesini para ma non trattiene. Il disco si ferma sulla linea di porta ma gli arbitri assegnano il gol. Episodio che condiziona l’andamento della gara. 3-1 Pergine e Como costretto a ricucire 2 gol. Ma la reazione lariana non si fa attendere: dopo 6’ il capitano Filippo Ambrosoli non vuole rinunciare a lottare e, grazie a un assist dell’ottimo Renè Vallazza, infila l’estremo difensore Trentino portando il punteggio sul 3-2Negli ultimi 10’ tra le fila comasche sale la voglia di pareggiare il discorso, ma il troppo nervosismo porta i ragazzi biancoblu a giocare 2 volte in shorthand. Il sigillo sul match arriva a pochi secondi dalla fine quando coach Malkov decide di provare a giocare senza portiere, ma durante l’uscita di Tesini l’Hockey Como rimane con l’uomo in più a causa di un errore durante il cambio.

Rigore e risultato finale di 4-2 firmato ancora da Andrea Meneghini.

Prossimo appuntamento giovedì sera a Casate per il derby contro Hockey Chiavenna.

Risultato Finale:  Hockey Pergine Sapiens 4 -Hockey Como 2 (2:0;0-1;2:1)

Marcatori: 9:27 Andrea Menenghini (Hockey Pergine Sapiens), 13:57 Giuseppe Viliotti (Hockey Pergine Sapiens); 34:58 Matteo Formentini (Hockey Como); 42:28 Daniele Colombini (Hockey Pergine Sapiens), 48:06 Filippo Ambrosoli (Hockey Como); Andrea Meneghini (Hockey Pergine Sapiens).

Hockey Pergine Sapiens: 2 Alberto Meneghini (D), 7 Andrea Strazzabosco (D), 8 Andrea Meneghini (F), 10 Stefano Piva (F), 13 Luca Rigoni (F), 15 Leonardo Marchesini (D), 17 Nicola Munari (D), 18 Davide Rodeghiero (F), 19 Nicola Brezzi (D), 21 Mirco Pedrolli (D), 22 Francesco Valorz (F), 24 Alessandro Ambrosi (D), 25 Yuri Cristellon (F), 26 Andrea Ambrosi (D), 35 Andrea Chizzolla (D), 37 Luca Stevan (G), 50 Marco Tononi (G), 61 Mirco Presti (F), 66 Matteo Mondon Marin (F), 75 Francesco Pertoldi (F), 88 Daniele Colombini (F), 91 Giuseppe Viliotti (F).

Allenatore: Maurilio Meneghini

Hockey Como: 3 Codebò Riccardo (D), 5 Gosetto Davide (F), 7 Valli Riccardo (D), 8 Fusini Daniele (D), 10 Fusini Jacopo (F), 12 Riccardo Iuratti (F), 13 Formentini Matteo (F), 14 Ambrosoli Filippo (F) – C, 15 Ambrosoli Riccardo (F) – A, 17 Vallazza Renè (D), 23 Ricca Andrea (D), 27 Alessandro Sorarù (F), 33 Menguzzato Marco (G), 40 Federico Tesini (G), 73 Guaita Filippo (F), 74 Tilaro Gianluca (F).

Allenatore: Petr Malkov

Arbitri: Luca Marri, Massimo De Col (Daniel Rigoni, Michele Slaviero)

Note: Tiri Totali: 35 – 17; Penalità: 22 - 12.