instagram facebook twitter

  • 1.png
  • 2.png
  • 3.png
  • 4.png
  • 5.png
  • 6.png
  • 7.png
  • 10.png
Pin It

Pesante sconfitta dell'Hockey Como a Caldaro 

FINALE

 

Il nono turno dell’Italian Hockey League ha visto impegnato l’Hockey Como alla Raiffeisen Arena Kaltern di Caldaro. I comaschi, alla ricerca della prima vittoria in trasferta, si sono presentati in Alto Adige dopo due sconfitte consecutive (Merano e Milano) e ancora 6 punti in classifica ma con la necessità di portare a casa il risultato. Situazione diversa per Caldaro che a quota 11 punti può ancora seguire il gruppo di testa.

I primi 20’ iniziano subito in salita: Tilaro dopo solo 2’ finisce in gabbia per un fallo stupido (sgambetto) e Thomas Waldthaler approfitta della situazione di power play portando in vantaggio i padroni di casa. Gara che si mette male e Como subito in difficoltà. Qualche occasione per gli uomini di Malkov si inizia a intravedere dopo 5’ quando, con l’uomo in più, i ragazzi riescono a costruire un po' di gioco e arrivare davanti alla porta, ma senza concludere e impensierire Alex Andergassen. A 5’ dalla fine del periodo si ripete la situazione iniziale con Tilaro ancora in gabbia e Altoatesini bravi a insaccare il 2-0 con Benjamin Bregenzer. Il drittel fa registrare poche occasioni pericolose da entrambe le parti, soprattutto per i lariani che terminano i 20’ senza impensierire il portiere, mentre Caldaro si è dimostrata più astuta ad approfittare dei 2 power play. 

Il secondo drittel invece segna la svolta della partita da parte degli uomini di Karl Anderlan: dopo i primi 5’ senza nulla di fatto ecco che inizia la goleada: Benjamin Bregenzer apre le danze grazie a un assist di Manuel Gamper mentre Mattia Micali insacca il 4 a 0 praticamente dopo solo 1’. Con 4 gol di vantaggio le linee biancorosse si possono permettere di tirare il fiato e gestire il vantaggio. Ma a 4’ minuti dalla fine del periodo la porta di Menguzzato viene di nuovo presa di mira e nel giro di 2’ si passa dal 4-0 al 6-0. Michael Felderer e Manuel Gamper mettono il sigillo sul match con largo anticipo.

L’ultimo drittel è solo una formalità per Caldaro che gestisce molto bene nei primi 5’ le condizioni di inferiorità (out Felderer e Bregenzer entrambi per aggancio col bastone) e approfitta delle continue penalità lariane (2 volte out Bertin e 1 Vallazza) per andare a segno con Mirko Quinz. L’ultima metà del periodo è solo ordinaria amministrazione per Caldaro che si porta 3 punti d’oro per la classifica e anche tanta fiducia per le prossime gare di campionato. Il gol della bandiera per la formazione di Malkov lo sigla Renè Vallazza a 3’ dalla fine dell’incontro. Mentre Manuel Gamper sigla subito dopo il gol del definitivo 8-1.

L’ Hockey Como si è presentato in provincia di Bolzano con un approccio completamente sbagliato e senza la giusta cattiveria agonistica per provare a portare a casa la prima vittoria esterna. Un dato statistico su tutti: i 20’ complessivi di penalità dei padroni casa hanno dimostrato una scarsa concentrazione e aggressività che si è tradotta con solo 1 rete e 5 tiri in porta.

Ora mercoledì si va a Chiavenna per tentare di dare una svolta al girone di andata.

Risultato Finale: Sv Kaltern Caldaro rothoblaas – Hockey Como 8 – 1 (2:0; 4:0; 2:1)

Marcatori: 2:23 Thomas Waldthaler (Sv Kaltern Caldaro), 15:36 Benjamin Bregenzer (Sv Kaltern Caldaro); 25:15 Benjamin Bregenzer (Sv Kaltern Caldaro), 26:32 Mattia Micali (Sv Kaltern Caldaro), 36:42 Michael Felderer (Sv Kaltern Caldaro), 37:30 Manuel Gamper (Sv Kaltern Caldaro); 45:21 Mirko Quinz (Sv Kaltern Caldaro), 57:22 Renè Vallazza (Hockey Como), 57:36 Manuel Gamper (Sv Kaltern Caldaro).

Hockey Como: 3 Codebò Riccardo (D), 5 Gosetto Davide (F), 6 Riccardo Iuratti (F), 7 Valli Riccardo (D), 8 Fusini Daniele (D), 9 Alex Bertin (D), 13 Formentini Matteo (F), 14 Ambrosoli Filippo (F) – C, 15 Ambrosoli Riccardo (F) – A, 17 Vallazza Renè (D), 23 Ricca Andrea (D), 29 Federico Cordin (F), 33 Menguzzato Marco (G), 35 Colombi Dario (G), 54 Paolo Gardiol (F), 73 Guaita Filippo (F), 74 Tilaro Gianluca (F), 93 Lorenzo Penna (F).

Allenatore: Petr Malkov

Arbitri:Massimo De Col, Nadir Ceschini (Luca Grisenti, Alberto Plancher)

Note: Tiri Totali: 40–8; Penalità: 20-20.