instagram facebook twitter

  • 1.png
  • 2.png
  • 3.png
  • 4.png
  • 5.png
  • 6.png
  • 7.png
  • 10.png
Pin It

Prima vittoria stagionale dell'Hockey Como

  22135388 1608543682521854 4614929602258970740 o

 

Debutto casalingo per l’Hockey Como, in un Palaghiaccio surreale e senza pubblico (tutto il campionato verrà disputato a porte chiuse) per gli uomini di coach Malkov che si presentato in questa terza gara di campionato con qualche ora in più di ghiaccio nelle gambe, grazie all’apertura anticipata della pista.

In prima linea Pillon, Codebò, Formentini, Ambrosoli R., Valli e Gosetto. 

Face off iniziale vinto da Ambrosoli R., disco che supera la linea blu e Como subito in vantaggio dopo soli 18 secondi di gioco grazie ad un tiro di Matteo Formentini che perfora la porta di Tononi. Partenza aggressiva dell’Hockey Como che tiene bene la pista. Dopo 4’ arriva la seconda occasione da gol per i lariani ma l’estremo difensore bianco rosso difende bene i pali. Prima penalità è comasca con Tilaro che finisce in gabbia (bench minor). A 14:32 dalla fine del drittel arriva il pareggio del Pergine che con Andrea Meneghini infila Pilon. Prima penalità ospite con Ambrosi Andrea che finisce in gabbia per 2’ per aver colpito col bastone un avversario. Como che vuole approfittare del power play ma i trentini difendono bene l’area oltre la linea blu. Vallazza finisce in gabbia per trattenuta e Como in short-handed. Rientra Renè e Pertoldi fuori per troppi uomini sul ghiaccio. A 7’ dalla fine del primo drittel penalità per Marin ma Pergine che costruisce una bella azione in velocità e va in gol con Filippo Sinosi, nonostante il power play comasco. 2-1 per i trentini che raddrizzano la gara. Ultime occasioni degna di nota a 2’ dalla fine con Riccardo Ambrosoli in contropiede solitario che stecca il disco con forza ma Tononi respinge col gomito spendendo il puck sulla balustra. Formentini Matteo ci riprova dopo 30 secondi ma il puck viene salvato da un giocatore avversario sulla linea. Andrea Meneghini finisce il drittel in Gabbia.

Secondo tempo che inizia con face off vinto dai trentini ma dopo 2’ salta il tabellone e partita sospesa per 3’. Si ricomincia con ingaggio a metà campo vinto dai lariani. Formentini si fa subito pericoloso sul lato destro della pista e Como che prova a costruire in velocità un’azione pericolosa. Pergine si fa insidioso dopo 4:30 ma Pillon blocca il tiro di Ambrosi con le protezioni inferiori. Dopo 7' arriva il però pareggio lariano con Filippo Ambrosoli dopo una azione in velocità partita dalla difesa. Como in trance e con Tilaro dopo 1' ci riprova ma senza sfruttare il 3 vs 1. Bravo il portiere Trentino a respingere l’assalto. Ancora stop del tabellone e gara ferma per altri 3'. I Sapiens lavorano molto per costruire un nuovo vantaggio ma è il Como con Vallazza a riportare l'Hockey Como in vantaggio a 8’ dalla fine del drittel. Ancora Gardiol e Vallazza provano ad allungare ulteriormente il vantaggio sprecando a due passi dalla porta il 4-2. Timida reazione Bianco-Rossa con Ambrosi che da 3 metri e mezzo stecca forte il puck, ma Pillon dice no. Negli ultimi 120 secondi assalto del Pergine ma sia Pillon che la difesa lariana chiudono la porta spegnendo ogni velleità Trentina. Filippo Guaita e Daniele Colombini le uniche due penalità del drittel.

Terzo drittel decisivo per entrambe le squadre ancora a secco di vittorie. Penalità lariana con il capitano in gabbia, seguito pochi secondi dopo da Davide Rodeghiero e Luca Rigoni. Power play che si conclude a reti inviolate. Ambrosi prova raddrizzare la partita con un bel tiro dalla linea blu ma Pillon, sempre attento, respinge. Nei primi 8' Si gioca molto oltre la blu lariana con l’estremo difensore spesso impegnato. Un leggero infortunio costringe Riccardo Ambrosoli (colpo al volto) a lasciare il ghiaccio per qualche minuto. A metà drittel power play Trentina (fuori Salomon e poi Codebò) ma Hockey Como che esce bene dalla zona blu e dall’assedio bianco rosso con un contropiede di Tilaro che infila la difesa. 4-2 per il Como. Gli uomini di coach Armani fanno viaggiare bene il disco aggredendo la porta di Pillon e con Colombini accorciano le distanze. Timeout di Fabio Amrani e ultimo minuto per Pergine giocato senza portiere per provare a portare la gara ai supplementari. Ma 30 secondi dalla fine arriva il sigillo definitivo sul match da parte di Paolo Gardiol.

5-3 finale prima vittoria della stagione per i ragazzi di coach Malkov.

Risultato Finale: Hockey Como - Hockey Pergine Sapiens 5-3 (1-2; 2-0; 2-1)

Hockey Como: 3 Codebò Riccardo (D), 5 Gosetto Davide (F), 7 Valli Riccardo (D), 8 Fusini Daniele (F), 10 Fusini Jacopo (F), 13 Formentini Matteo (F), 14 Ambrosoli Filippo (F) – C, 15 Ambrosoli Riccardo (F) – A, 17 Vallazza Renè (D), 23 Ricca Andrea (D), 29 Cordin Federico (F), 30 Pilon Simone (G) – SS, 33 Menguzzato Marco (G), 54 Gardiol Paolo (F) – A, 59 Salomon Eric (D), 73 Guaita Filippo (F), 74 Tilaro Gianluca (F).

Marcatori: 0:18 Matteo Formentini (Hockey Como), 5:28 Andrea Meneghini (Hockey Sapiens Pergine), 13:58 Filippo Andrea Sinosi (Hockey Sapiens Pergine), 26:51 Filippo Ambrosoli (Hockey Como), 31:56 Renè Vallazza (Hockey Como), 49:47 Gianluca Tilaro (Hockey Como), 57:59 Daniele Colombini, 59:27 Paolo Gardiol

Allenatore: Petr Malkov

Arbitri: Fabio Lottaroli, Willy Vinicio Volcan (Pier Lorenzo Chiodo, Jeremy Bassani)

Note: Tiri Totali: 23-33;

Penalità: 16-16.