instagram facebook twitter

  • 1.png
  • 2.png
  • 3.png
  • 4.png
  • 5.png
  • 6.png
  • 7.png
  • 10.png
Pin It

DSC 9222

Hockey Como, tre su tre.

Tre su tre e come ben espresso da un nostro grande tifoso “I derby non si giocano, i derby si vincono”. I ragazzi di coach Da Rin di fronte ad un pubblico delle grandi occasioni, si aggiudicano a Casate anche il terzo derby stagionale con il netto risultato di 5 a 2, un esito che non lascia sconti alla formazione bosina e che accresce la compattezza della squadra lariana pronta a soffrire e raddoppiare le marcature nei momenti di maggiore pressione dell’avversario ma incredibilmente cinica davanti alla porta rivale.


Parte forte il Varese che, con Caletti in power play causa penalità a DiNicola, va in rete dopo solo 54 secondi dall’inizio del match, il Como sembra disorientato e fermo sulle gambe ma la sua difesa ed un ottimo Federico Tesini respingono tutte le incursioni di capitan Vanetti, Capannelli e McGrath arrivando con nn poche difficoltà alla fine del primo tempo.


Nel secondo drittel coach Da Rin sistema linee e modulo di gioco ed i lariani partono meglio ed in power play trovano il pareggio grazie ad un’autorete di Schina (22:04) su pressione dietro porta di DiNicola, i bosini spingono per ritrovare il vantaggio ma da Tesini stasera non si passa, mentre il Como raddoppia con una bella conclusione sotto l’incrocio dei pali di Vola (38:41) su preciso passaggio di DiNicola.


Il terzo tempo inizia con un’azione solitaria di Borghi (47:12) che è bravo a proteggere il disco e bucare la rete di un incolpevole Tesini, il match si fa incomprensibilmente duro ed un brutto intervento ad un metro di distanza dalla balaustra di McGrath (48:11, solo due minuti per lui) priva ancora il Como di un importante atleta per il proseguo della stagione, il nostro giovane sniper Lorenzo Vola esce dal campo di gioco con una forte lussazione alla spalla con tempi di recupero di almeno sei settimane. Ma il Como non molla stringe i denti ed è bravo con Luca Formentini (51:10) nel sfruttare un’indecisione di Muraro davanti porta 3 a 2, il Varese subisce il colpo perdendo concentrazione e dischi in zona neutra dove Hector Majul è lesto a passare un disco d’oro a Nick DiNicola (52:24) che velocissimo solo davanti a Muraro non fallisce il colpo del 4 a 2. I titoli di coda li scrive il solito cinico Simone Asinelli (59:20) che in PP sebbene disturbato da un coriaceo Capannelli segna la definitiva rete del 5 a 2.


Hockey Como primo meritatamente nel Qualification Round, in attesa della sfida di domani alle ore 20:00 a Dobbiaco per definire gli accoppiamenti dei play-off, Mastini matematicamente terzi.


Hockey Como – Hc Varese 1977 5-2 (0:1, 2:0, 3:1)

 

Hockey Como: #3 Codebò, #9 Ghiglione, #11 D’Agate, #14 Asinelli, #16 Formentini L., #18 DiNicola, #20 Cecere, #23 Ambrosoli (C), #24 D’Agate Daniel, #27 Marcati, #28 Paramidani, #29 Vola, #33 Xamin, #40 Tesini, #44 Taufer, #73 Guaita, #77 Majul, #88 Privitera.